8 febbraio 2012

Courmayeur fa co-marketing con la Sorgenti Monte Bianco

Il Comune di Courmayeur ha previsto una serie di azioni di co-marketing sul mercato francese in collaborazione con la società «Sorgenti Monte Bianco - Terme di Courmayeur» di Morgex.
I dettagli dell'operazione saranno presentati domani, alle 14,30, presso lo stabilimento della « Sorgenti Monte Bianco».  

2 commenti:

Fabrizio Favre on 9 febbraio 2012 22:32 ha detto...

Come post evento guardati il video su Aostasera.tv. Ecco il link

http://www.aostasera.tv/video/2012/02/09/8422/courmayeur-e-sorgenti-monte-bianco-per-promuovere-il-turismo

Fabrizio Favre on 10 febbraio 2012 09:50 ha detto...

L'articolo di Cristian Pellissier pubblicato oggi su La Stampa

Lo spot ora corre sull’acqua
Alleanza Courmayeur-Sorgenti Monte Bianco, 25 mila volantini allegati alle bottiglie per la Francia


La promozione di Courmayeur passa dall’acqua. Il Comune, in collaborazione con la Sorgenti del Monte Bianco, ha promosso un’azione di co-marketing. L’iniziativa per le casse comunali è pressoché a costo zero e punta, in questa fase, sul mercato francese della zona delle Rhô nes-Alpes. «Crediamo – dice il sindaco Fabrizia Derriard – che sia una strada naturale, si uniscono due prodotti di qualità legati al territorio, l’acqua e Courmayeur». Il progetto avrà una durata di due mesi, già dall’inizio di gennaio e fino alla fine di febbraio i francesi che compreranno l’acqua «Courmayeur» nei supermercati troveranno dentro alla confezione un flyer, un volantino promozionale della località. «In tutto sono 25 mila flyer – spiega il sindaco -, il costo per il Comune è di 900 euro». E’ proprio la Francia il mercato privilegiato per l’acqua «Courmayeur». Lo stabilimento è a Morgex, ma l’acqua, ricca di calcio, arriva da Courmayeur, da tre sorgenti che nascono ai piedi del Monte Bianco. Oltre all’acqua «Courmayeur» viene imbottigliata anche la «Monte Bianco» e la Cristalia. Federica Dusamn è l’amministratore della Sorgenti del Monte Bianco e spiega: «Solo del prodotto Courmayeur, nel 2011, abbiamo venduto 65 milioni di bottiglie, perlopiù in Francia, ma anche in Giappone e in altre zone del mondo». Il prodotto non è presente in Italia «perché - spiega l’amministratore - non incontra ancora i gusti dei nostri connazionali, qui va molto l’acqua oligominerale, che copre circa il 75% del mercato». La scelta della zona di Rhônes-Alpes non è casuale, «è un mercato di prossimità che può dare riscontri» dice il sindaco. L’offerta è ghiotta e prevede un pacchetto di cinque notti di cui una gratuita, sei i weekend a disposizione. «Viste le caratteristiche della nostra acqua, ricca di sali minerali, puntiamo molto sulle donne – dice Dusman -, e questo si vede anche dalla bottiglia, con la venere di Botticelli come protagonista». Non solo Courmayeur, tutta la Valle potrà avere un ritorno, nel pieghevole è pubblicizzata anche l’iniziativa dell’assessorato al Turismo grazie alla quale le donne, il mercoledì, sciano gratis. La presentazione dell’operazione di co-marketing è stata fatta nello stabilimento di Morgex, la società madre è la francese Alma (leader delle acque minerali in Francia), ora controllata dai giapponesi. Sono 44 i dipendenti della fabbrica. L’acqua arriva nelle condotte direttamente da Courmayeur, e così come arriva viene imbottigliata. I controlli sono eseguiti su tutti i lotti, a garanzia della qualità. Due gli stabilimenti in Italia, a Morgex e Salerno, «Il fatturato italiano racconta Federica Dusman - ha superato i 40 milioni di euro». Conclude Derriard: «E’ solo il primo passo, speriamo di portare avanti la collaborazione».

 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web