24 marzo 2017

#Cva: Cda #Finaosta ha preso atto delle dimissioni di #Trisoldi

Riccardo Trisoldi

Il Consiglio di amministrazione di FINAOSTA S.p.A. oggi ha preso atto delle dimissioni rassegnate dal dott. Riccardo Trisoldi dalla carica di Presidente e componente del Consiglio di amministrazione della società C.V.A. S.p.A. e delle altre cariche ad essa connesse, confermando la
fiducia nel proprio dirigente.

Alla luce dei pareri legali acquisiti e già trasmessi a C.V.A. S.p.A., FINAOSTA resta in attesa delle determinazioni che saranno assunte dalla società controllata in merito alla posizione del suo Direttore Generale, dott. Paolo Giachino, in considerazione del rapporto di lavoro in essere tra questi e C.V.A. S.p.A..


2 commenti:

Fabrizio Favre on 24 marzo 2017 16:54 ha detto...

Mini-aggiornamento - Nota diffusa dalla Giunta regionale intorno alle 14

Dimissioni del Vicedirettore di Finaosta dalla Presidenza di CVA

L’Amministrazione regionale prende atto delle dimissioni rassegnate del dott. Riccardo Trisoldi, vicedirettore di Finaosta, dalla carica di Presidente della Compagnia Valdostana delle Acque - CVA, apprezzandone il senso di lealtà per il ruolo ricoperto e il rispetto della volontà espressa dal Consiglio regionale.
Oltre a facilitare il percorso necessario per la ricostruzione della governance aziendale, da questa scelta deriverà la piena disponibilità della professionalità del dott. Trisoldi in Finaosta, la quale – in attuazione degli orientamenti del nuovo governo regionale – dovrà assumere un rinnovato ruolo d’impulso e di miglioramento della competitività e delle condizioni di sviluppo del sistema economico valdostano.

Fabrizio Favre on 28 marzo 2017 19:26 ha detto...

Altro aggiornamento

Regioni: Treu, risoluzione Consiglio non vincola partecipate
Agenzia ANSA 'Formula utilizzata non può avere seguito'
14:53 - 28/03/2017 Stampa

(ANSA) - AOSTA, 28 MAR - "La risoluzione di un organo rappresentativo quale il Consiglio regionale della Valle d'Aosta nei confronti di società partecipate ha un valore politico e di indirizzo generale, ma non può in alcun modo vincolare le decisioni delle stesse aziende in materie attinenti alle loro competenze gestionali e nello specifico alle questioni relative ai rapporti di lavoro con i propri dipendenti". Lo scrive l'avvocato Tiziano Treu, ex Ministro del lavoro, nel parere pro veritate chiesto da Finaosta sull'applicazione della risoluzione per la rimozione del direttore generale di Cva Paolo Giachino, approvata lo scorso 25 gennaio. "La formula utilizzata dalla risoluzione 'dare mandato al Consiglio di amministrazione di Cva per rimuovere dai rispettivi incarichi il dott. Trisoldi e il dott. Giachino, visto il venir meno del rapporto di fiducia' non può avere seguito nei termini espressi", scrive ancora Treu.

"Poiché dagli elementi risultanti dalla risoluzione del Consiglio regionale - prosegue il legale - la rimozione del direttore generale di Cva dal suo incarico si presenta come una richiesta di risoluzione di natura disciplinare, ogni eventuale iniziativa di Cva in proposito dovrebbe prevedere la previa contestazione al direttore generale di addebiti tali da giustificare il suo licenziamento". A seguito della risoluzione, la scorsa settimana Riccardo Trisoldi, presidente della società idroelettrica, ha rassegnato le dimissioni. (ANSA).

 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web