16 gennaio 2015

Consiglio regionale: I temi economici dell'ultima seduta

Tanta carne al fuoco nella seduta del 14 e 15 gennaio a partire dalla messa a disposizione della maggioranza consiliare da parte del Presidente del Consiglio Marco  Viérin del proprio incarico di componente dell'Ufficio di Presidenza. Dimissioni che indubbiamente annunciano e vogliono favorire nuovi equilibri politici.

Sul piano economico si segnala l'interrogazione sull'aumento delle tariffe autostradali da parte del Capogruppo dell'Uvp Luigi Bertschy.

Il Movimento 5 Stelle ha presentato un'interpellanza in merito a presunti prelievi anomali di acqua a fini idroelettrici dal torrente Chalamy.

Il gruppo Union Valdôtaine Progressiste ha presentato un'interpellanza in merito all'applicazione del decreto ministeriale relativo alla rimodulazione dell'esenzione dall'Imu sui terreni agricoli.

 Il Consiglio regionale ha approvato all'unanimità il disegno di legge che contiene interventi e iniziative per l'accesso al credito sociale e per il contrasto alla povertà e all'esclusione sociale.

 Il Consiglio regionale ha anche approvato all'unanimità il disegno di legge che contiene disposizioni in materia di impiego di organismi geneticamente modificati sul territorio della Regione autonoma Valle d'Aosta.
Il provvedimento legislativo, che si compone di 7 articoli, abroga la vigente normativa regionale in materia di coesistenza tra colture transgeniche, convenzionali e biologiche (n. 29/2005), introducendo il divieto generale di coltivazione degli OGM in Valle d'Aosta.

In chiusura dei lavori dell'adunanza il Consiglio regionale ha respinto con 18 astensioni (UV e SA) e 17 voti favorevoli, una risoluzione a proposito del rinnovo dell'organo di amministrazione della Casa da gioco di Saint-Vincent. Il Consiglio regionale ha anche respinto, con 18 astensioni (UV e SA) e 17 voti a favore (UVP, Alpe, PD-SVdA e M5S), una risoluzione riguardante la costituzione di una Commissione speciale per la Casa da gioco di Saint-Vincent, depositata in Aula dal Movimento 5 Stelle. Il Consiglio Valle ha infine respinto con 18 astensioni (UV e SA) e 17 voti favorevoli, una risoluzione riguardante le concessioni idroelettriche, iscritta in Aula e presentata dai gruppi di opposizione (UVP, Alpe, PD-SVdA e M5S).



1 commenti:

Fabrizio Favre on 5 febbraio 2015 14:26 ha detto...

Preso dagli eventi politici valdostani mi sono perso un'adunanza. Fare un post così in ritardo non mi sembra una buona idea e allora propongo un minilink di aggiornamento

http://www.consiglio.vda.it/info_conseil/comunicati/rassegna_comunicati.asp?pk_seduta=1481

 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web