30 maggio 2015

I numeri del #Confidi Valle d'#Aosta



Il Confidi Valle d’Aosta, guidato dal Presidente Pericle Calgaro (direttore Dino Marchetti),nato dalla fusione dei Confidi industriali e albergatori, ha tenuto la sua Assemblea giovedì 28 maggio, alle 17, presso l’Hotel Comtes de Challant a Fénis (AO) in Località Chez Sapin n° 95.
«E’ fondamentale continuare a preservare un sistema di garanzia collettiva virtuoso come quello valdostano - ha detto nella sua relazione il Presidente Calgaro - che da oltre 40 anni contribuisce al sostegno e allo sviluppo del sistema produttivo delle piccole e medie imprese locali. Sistema che il nostro Confidi ha perseguito e raggiunto grazie all'aggregazione avvenuta a fine 2011 tra Confidi Albergatori e Confidi Industriali. Soggetti simili per patrimonializzazione, numero dei soci, tipologia di garanzie e approccio mutualistico e di sostegno. In questo quadro locale sicuramente positivo, non mancano tuttavia aspetti che richiedono un’attenzione prioritaria: primo fra tutti la necessità e la volontà di continuare a restare al fianco delle imprese soprattutto nei momenti di particolare difficoltà adottando politiche di gestione sane e prudenti, che sappiano coniugare l’attività svolta  nell'interesse delle imprese con la necessità di salvaguardare la solidità e la solvibilità del Confidi stesso, sempre mantenendo una forte attenzione alle esigenze del territorio».

«Questa linea di condotta, pilastro portante alla base della mission sociale dei Confidi, - ha aggiunto Calgaro - mal si coniuga però con le delibere assunte dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta nella
politica di sostegno alle PMI. In particolare gli associati ai Confidi si sono visti ridurre drasticamente il contributo in conto interessi di cui alla l.r. 21/2011. A causa della riduzione delle risorse, nel 2014 (con riferimento  agli interessi di competenza 2012) il taglio dell’aiuto pubblico è stato del 15,06%. Quest’anno (con riferimento al 2013) la riduzione degli aiuti è stata addirittura del 31,72%. Rammento che il taglio dei contributi non significa un minor introito per i Confidi bensì un minor contributo alle imprese e dunque al tessuto produttivo valdostano.  Pur comprendendo le difficoltà di quadratura del bilancio regionale, mi auguro che da parte della Pubblica amministrazione non venga meno l’attenzione verso l’importanza e la necessità di continuare a sostenere le imprese valdostane senza  applicare ulteriori tagli alle risorse come avvenuto negli ultimi anni. Ciò nonostante vediamo allontanarsi la possibilità che si verifichi un’inversione di tendenza che possa condurre al mantenimento o addirittura all’aumento dei contributi in conto interesse. Tenuto anche conto della soppressione degli aiuti a fondo perduto. Eppure siamo convinti che una maggiore attenzione verso le necessità delle PMI porterebbe a un ritorno positivo non solo in termini di occupazione e profitto per le stesse ma anche un riscontro economico per le entrate regionali. Abbiamo più volte sottoposto all’attenzione degli Assessori regionali che si sono succeduti al Bilancio (Sigg. Claudio Lavoyer, Leonardo La Torre, Mauro Baccega ed Ego Perron) alcuni suggerimenti per porre delle correzioni alla l.r. 21/2011 e alle disposizioni attuative riguardanti le modalità di calcolo del contributo, le operazioni di consolidamento e la retroattività delle spese ammesse a contributo. Si tratta di misure di rapida attuazione che non avrebbero incidenza sul bilancio regionale ma avrebbero un ritorno positivo per le aziende socie dei Confidi.  La semplificazione del meccanismo di calcolo dell’aiuto apporterebbe un risparmio di tempo e di risorse sia per i Confidi che per l’Amministrazione regionale. A oggi la nostre richieste sono rimaste inascoltate».

Va detto che sull'argomento l'Assessore al Bilancio Ego Perron, presente ai lavori, ha spiegato come i tagli siano stati spalmati su tutti gli assessorati. Se realmente stiamo uscendo dalla crisi c'è da sperare che qualcosa possa cambiare.


DATI BILANCIO al 31.12.2014:

  • Numero aziende associate: 750 (al 31.12.2014); 674 (31.12.2013); 621 (31.12.2012) e 588 alla data della fusione (1.12.2011);
  • Soci ammessi nel 2014 n. 84 (ci sono stati inoltre 8 recessi/esclusioni);
  • Stock di garanzie al 31.12.2014 è di 92.979.656 euro;
  • Stock di finanziamenti/affidamenti garantiti al 31.12.2014 è di 286.171.236 euro;
  • Nell’anno 2014, Confidi Valle d’Aosta ha deliberato 104.539.175 euro di linee di credito per un totale di 42.663.532 euro di garanzie;
  • Le garanzie in bonis – al 31.12.2014 – sono il 93,07% del totale pari a 86.541.000 euro;
  • Le garanzie deteriorate – al 31.12.2014 – sono il 6,93% del totale pari a 6.439.000 euro;
  • Il patrimonio netto ammonta ad 23.250.000 euro;
  • Il patrimonio di vigilanza è di 22.879.000 euro;
  • Se sommiamo i valori del patrimonio netto e i valori dei fondi accantonati per il deteriorato raggiungiamo la ragguardevole somma di 26.541.000 euro;
  • Il “Tier 1”, indice che misura il rapporto percentuale tra patrimonio di base e i rischi ponderati è pari al 19,70%;
  • il “Total Capital ratio” indice che misura il rapporto percentuale tra patrimonio di vigilanza e i rischi ponderati è pari al 20,02% (valore minimo richiesto da Banca d’Italia pari al 6%);
  • I ricavi netti 2014 (margine di intermediazione) ammontano a 1.840.815, euro mentre i costi amministrativi ammontano a 969.109 euro;
  • L’esercizio 2014 chiude con utile di 41.358,72 euro.

29 maggio 2015

British tradition all'Auberge de la Maison


Come per i vini, degustare un buon tè è un'arte. In una sala allestita come ai tempi della Regina Vittoria gli Ospiti verranno accompagnati, in un viaggio alla scoperta del tè, attraverso piccoli passaggi potranno diventare dei buoni conoscitori di tè ed apprezzarne le diverse qualità e caratteristiche.

Domenica 31 maggio, presso l'Auberge de La Maison, ad Entreves (Courmayeur), dalle 16 alle 18, ci sarà l'occasione di partecipare ad un vero e proprio Tea Party in stile vittoriano.
La più antica tradizione british prevede che la preparazione del tè vittoriano avvenga su un tavolo imperiale, solitamente un tavolo rettangolare impreziosito da tovaglie di lino con ricami in stile fiorentino. Non può mancare un samovar per la corretta bollitura dell’acqua, differenti varietà di zuccheri: a bastoncino di canna grezza o a cucchiaio di canna candita.  Teiere, lattiere e porcellane per la preparazione e servizio del Tè.  In pure British tradition biscotti, cakes e marmellate vengono presentati su differenti Victorian trays e si potrà scegliere tra diversi bouquet in sintonia con luogo e stagione.  
 Per saperne di più info 0165.869811. Prenotazione Obbligatoria. Costo degustazione guidata 18 Euro. 

#Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (298): Servizi #anziani

 


SANITA’ SALUTE E POLITICHE SOCIALI

Servizi anziani
Sono stati approvati gli importi e le modalità di erogazione dei finanziamenti regionali da assegnare agli Enti gestori dei servizi per anziani e inabili per l’anno 2015, per un impegno complessivo di 18milioni 125mila euro e per i quali è stato erogato un acconto di 2milioni 795mila euro.

Contrasto alla povertà
E’ stato adottato lo schema di protocollo operativo sperimentale per l’erogazione delle misure di contrasto alla povertà, tra la Regione, il Comune di Aosta in qualità di ente capofila del Piano di zona e i referenti del mondo dell’associazionismo operanti nel settore.

 

TERRITORIO E AMBIENTE

Piano regolatore Saint-Nicolas
La Giunta ha approvato la variante sostanziale generale al Piano regolatore del Comune di Saint-Nicolas.

 

TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Festival
Sono stati concessi contributi all’Associazione culturale Monte Cervino di Valtournenche e alla Fondazione Grand Paradis di Cogne per la realizzazione di Festival dedicati al cinema.

28 maggio 2015

Venerdì 29 maggio Luca Ghirardo (#Ecometer) ospite a #ImpresaVda su #RadioPropostainBlu


Carissimo visitatore, domani, Venerdì 29 maggio, puntata numero 192 di ImpresaVda, alle 9,30, su Radio Proposta in Blu. 

Anche questa settimana la trasmissione sarà realizzata grazie al contributo della BCC Valdostana. 

Ti aspetto allora Venerdì 29 maggio, sempre alle 9,30. Avrò come ospite Luca Ghirardo della Ecometer. 

Nel frattempo ti segnalo che  qui puoi trovare l'intervista a Valerio Falcicchio della Made in Valley che ci ha presentato il suo nuovo progetto eQommerce.

 
L'intervista sarà pubblicata anche sul Corriere della Valle che troverai in edicola la prossima settimana.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

27 maggio 2015

Rinnovate le cariche del Forum del #Terzosettore della Valle d'#Aosta



L’Assemblea dei soci del “Forum Regionale del Terzo Settore”, convocata alle 18 di martedì 26 maggio presso la sede del CSV di Via Xavier de Maistre ad Aosta, ha rinnovato le cariche a metà mandato.

Viste le modifiche dello statuto imposte a livello nazionale, la Valle d’Aosta ha un portavoce unico: Sabina Fazari dell’”AGAPE” ed ex membro del Coordinamento regionale del Forum . I due portavoce uscenti, Francesca Testa, dirigente dell’”UISP Vda” e Andrea Borney, Presidente dell’”Aspert”, restano all’interno del Coordinamento per dare continuità al gruppo di lavoro.  

Il Coordinamento regionale è formato, inoltre, dai confermati Riccardo Jacquemod, Presidente della Cooperativa Sociale “La Sorgente”,  Luisa Trione, Presidente dell’ENAIP  Vda,  Fabio Protasoni, Presidente “Associazione Pendolari Stanchi”, e David Catani, Consigliere d’Amministrazione della Cooperativa Sociale “Noi & gli Altri”. I membri dimissionari del Coordinamento, Giancarlo Civiero, Presidente dell’Avis e Ivan Rollandin della Cooperativa Sociale “Mont Fallère” sono stati sostituiti da Jean Frassy della Cooperativa Sociale “Esprit à l’Envers” e Fabio Molino, Coordinatore del CSV ed ex Segretario del Forum.

Invariati, invece, i rappresentati del  Collegio dei Revisori (Simone Agrestini, Marco Saivetto e Aurelio Verzì) e del Collegio dei Garanti (Nadia Malesani, Anna Maria Minuzzo e Maria Grazia Vacchina).

Del Forum del Terzo Settore, nato nel gennaio del 2014, fanno parte una quarantina di organizzazioni “non profit”.

«Anche la nostra regione – sottolinea la neo portavoce del Forum, Sabina Fazari - ha bisogno di una collaborazione tra cooperative sociali e il mondo delle associazioni. Il Forum della Valle d’Aosta è promotore/facilitatore di questo processo. Il dialogo con le Istituzioni deve mettere al centro il bisogno sociale dei cittadini e la sostenibilità degli interventi, cercando soluzioni concrete e soprattutto di impatto sociale. Il cambiamento è in atto più di quanto forse viene percepito. Mi auguro che il dialogo possa coinvolgere più soggetti del Terzo Settore con diverse competenze, bisogni e soluzioni al servizio della collettività, per favorire processi di benessere sociale». 

Mario Dalbard (Caves Coopératives de Donnas): «Sempre avanti. Un passo alla volta»

Mario Dalbard riceve la medaglia di Cangrande
Intervista a Mario Dalbard, presidente delle Caves Coopérative di Donnas.

Da quanti anni esistono le Caves a Donnas? Si tratta di un territorio con una lunga tradizione rispetto al mondo del vino...
E' un territorio con una tradizione lunghissima. La Cooperativa esiste dal 1971 però parlando di territori abbiamo documenti che risalgono al 1200 dove si parla di doppia vinearum. Ci sono delle tappe importanti. Il 1200 per quanto riguarda le prime annotazioni di vigne a Donnas con diverse frazioni che avevano una certa importanza nella produzione. Poi nel 1500 si parla per la prima volta del Picotendro, della qualità del nostro Nebbiolo. Nel 1800 abbiamo apprezzamenti per il Donnas da parte di Napoleone e di Cavour. Questa è la parte storica del nostro territorio. La Cooperativa come già detto nasce nel 1971 e aveva essenzialmente lo scopo di promuovere, difendere e valorizzare il nostro vino. E' stata la prima della Valle d'Aosta e direi che ha centrato pienamente i suoi obiettivi. In questi vent'anno siamo cresciuti. C'è stata tanta partecipazione da parte dei viticultori e anche un riconoscimento esterno al mondo viticolo. Penso ai consumatori, all'autorità. Anche perché la Cooperativa è pienamente inserita nel territorio valdostano e si occupa anche di una difesa del territorio.

Che tipi di vini producete?
Noi ci consideriamo un po' la cantina del picotendro, del Nebbiolo. Che è vinificato in tanti modi per valorizzare e scoprire le potenzialità di un vitigno formidabile. Dal nebbiolo noi produciamo vini che vanno dall'aperitivo al digestivo. Uno spumante metodo charmant magie, un rosato Larme du Paradis, un nebbiolo giovane il Barmet, il Donnas classico invecchiato, un Donnas Napoleone affinato nei tonneaux, un Donnas vieilee vignes e un Donatium che è un aromatizzato. In più una piccola produzione di bianchi con Erbaluce e pinot grigio.

Come è andata l'ultima vendemmia?
Dal punto di vista qualitativo non ci possiamo lamentare. Negli ultimi dieci anni siamo sempre andati molto bene. Quest'anno però dal punto di vista quantitativo l'annata è stata scarsa come quella del 2012. E per noi che siamo già riusciti ad avere una buona richiesta di mercato un calo di questo tipo crea problemi per quanto riguarda l'assorbimento dei costi fissi e soddisfare la clientela.

Come è cambiato il mondo del vino in questi 40 anni. Lei è dal 1973 che se ne occupa?
Io in questo mondo ci sono persino entrato un po' prima. A 14 anni quando facevo parte del Comitato per la Festa dell'Uva di Donnas. Poi ho continuato a seguire un po' più specificatamente i problemi di Donnas alla fine degli anni 60 per la costituzione di una Cooperativa e poi per la costituzione di una federazione regionale di cooperative. Posso dire che il mondo del vino in questi 40 anni è cambiato quasi come per noi a Donnas. Si è cercato di migliorare la qualità con una promozione sia sul mercato nazionale che su quelli esteri. Obiettivi pienamente centrati. Il vino valdostano oggi è apprezzato. Ottiene tanti premi ed è anche riuscito ad aumentare le aziende e questo anche grazie alle Cooperative che per prime hanno cercato di potenziare il mondo del vino valdostano e così sulla base di questi risultati sono nati tanti piccoli produttori.

Un presidio importante per i momenti difficili...
Assolutamente sì.

Come commercializzate i vostri vini?
Siamo una piccola Cantina quindi non abbiamo una struttura commerciale collaudata. In Valle d'Aosta ci muoviamo tramite grossisti e distributori e anche vendita diretta. Mentre nel resto d'Italia con contatti diretti: enoteche, ristoranti, tantissimi privati che ci contattano tramite internet. Molta importanza lo ha l'estero, Negli ultimi sette anni è diventato un mercato importante. Si tratta del 15% del nostro fatturato. E nel 2012-2013 ci ha permesso di sostituire la diminuzione della domanda interna.

Il fenomeno dell'enoturismo a Donnas?
E' importantissimo. Dovremmo dire sia in cantina e in vigna sia in fiera e alle manifestazioni. Oramai la gente non si accontenta di visitare la cantina ma vuole avere informazioni aggiuntive. Vuole avere la possibilità di visitare le vigne, vedere il paesaggio. Noi nella nostra promozione diciamo che quando vendiamo del vino stiamo vendendo un territorio. Chi compra del Donnas deve avere presente le peculiarità della nostra viticoltura, una viticoltura difficile. E quindi è una soddisfazione che le persone che vengono per acquistare il nostro vino chiedono qualchecosa in più rispetto alla semplice degustazione del prodotto. L'enoturista è molto più preparato e richiede una maggior preparazione da parte nostra per poter soddisfare le sue domande che possono essere tecniche, ad esempio le tecniche di coltivazione con un'attenzione anche alla salvaguardia del consumatore. Inoltre a Donnas abbiamo anche la fortuna di avere un Museo della vite che è stato recentemente ristrutturato, un atout in più.

All'interno del mondo delle Cooperative sociali c'è stata un po' di maretta in merito alla questione dell'affitto delle sedi, caratterizzato da grandi aumenti. Qual è la vostra situazione?
La nostra situazione è un po' diversa. I nostri primi amministratori hanno avuto una visione molto lungimirante. Siamo l'unica Cantina sociale proprietaria del fabbricato. E' chiaro che la Cantina è stata progettata e costruita secondo le esigenze del momento. Quindi i nostri spazi sono più ristretti rispetto ad altre cantine che hanno avuto il fabbricato gratis e non si sono preoccupate delle necessità finanziarie. Noi l'abbiamo ampliata più volte in funzione delle esigenze che sono nate e anche delle nostre disponibilità finanziarie. Ad esempio nel 2007 in occasione di un ultimo ampliamento i soci ci hanno anche sostenuto con un prestito sociale. Noi non siamo toccati da questo problema. Al massimo si tratta di manutenzioni straordinarie che abbiamo sempre fatto.

Qualche novità in vista?
Come prodotti nuovi ci sono delle idee ma dipende molto dalla qualità e dalla quantità della prossima vendemmia. Sull'immediato non c'è ancora nulla. Per quello che riguarda struttura e organizzazione  a breve termine ci sono dei progetti per un rafforzamento della Cantina.

Un sogno imprenditoriale?
Ne abbiamo molti. La nostra zona è l'unica che non ha avuto una crescita delle superfici viticole. Il sogno è quello di rendere più agevole e più facile lavorare la vigna e, quindi, rendere più appetibile e conveniente la lavorazione e riuscire a costituire una Cooperativa o una società di viticultori giovani che possa proseguire questa attività.

La #montagna che cresce: la politica regionale di #sviluppo della Valle d'#Aosta

Si terrà l'8 giugno, presso la Pépinière d'entreprises di Aosta (via Lavoratori Vittime del Col du Mont, 24), l'evento "La montagna che cresce", dedicato all'avvio dei nuovi Programmi della Politica regionale di sviluppo della Valle d'Aosta 2014/20.

L'evento, che inizierà alle 14, per concludersi alle 18, si articolerà nei seguenti appuntamenti:
1) conferenza "Lo sviluppo regionale nel 2014/20", nella quale si illustreranno le linee strategiche regionali per il 2014/20 e le opportunità di finanziamento previste dai 10 Programmi che interesseranno la Valle d'Aosta;

2) ciclo di brevi conferenze "A tu per tu con....", su alcune esperienze progettuali della programmazione 2007/13, illustrate direttamente dai beneficiari;

3) "best practices del 2007/13", con la divulgazione dei risultati di progetti significativi della programmazione ormai conclusa, negli ambiti tematici "Competitività, ricerca, innovazione e ICT", "Ambiente, energia e mobilità sostenibile" e "Turismo, natura e cultura".

La partecipazione alle iniziative è aperta al pubblico e gratuita.

Nella stessa giornata, l'area espositiva della Pépinière d'entreprises ospiterà l'evento "Spazio Giovani 2015. Il villaggio delle opportunità". Sarà presente, inoltre, uno spazio dedicato al Centro Europe Direct Vallée d'Aoste, per informazioni sull'attività dell'Unione europea.

Per saperne di più.

#Impresainazione: i vincitori

Nell'arco dell'intera giornata di lunedì la Commissione di Valutazione di Impresa in azione composta da 10 giurati (7 uomini e 3 donne)  esperti in valutazione di progetti di impresa, avvio di start-up innovative, aspetti finanziari, incubazione di impresa, innovazione e nuove tecnologie, hanno analizzato preventivamente la documentazione dei progetti in gara, hanno visitato gli stand ed ascoltato le presentazioni degli 11 team.

In particolare la Commissione è stata costituita da:
  • 1 rappresentante della Regione Valle d'Aosta - Attività produttive, Energia e Politiche del Lavoro
  • 1 rappresentante di Vallée d'Aoste Structure
  • 1 rappresentante di Finaosta
  • 1 rappresentante di Confindustria Valle d'Aosta Gruppo Giovani Imprenditori
  • 1 rappresentante dell'Università della Valle d'Aosta
  • 1 rappresentante di Unicredit
  • 1 rappresentante di Italian Angels for Growth
  • 1 rappresentante di Reseau Entreprendre Piemonte
  • 1 rappresentante di 2i3T Incubatore dell'Università degli studi di Torino
  • 1 rappresentante di Accenture
All'esito della valutazione della Commissione, gli 11 team partecipanti a questa edizione hanno dimostrato il massimo impegno e la massima serietà nella realizzazione del progetto, ottenendo delle ottime valutazioni. Tenuto conto dell'analisi della documentazione prodotta, della valutazione sulla capacità espositiva, del marketing e della comunicazione, del prodotto/servizio, degli aspetti commerciali, delle competenze del team e dei legami col territorio, la Commissione di Valutazione ha proclamato EnJAMble JA e WAKE JA vincitori ex aequo della Finale Regionale Valle d'Aosta,  Impresa in Azione 2015.

1° posto ex aequo
accesso alla finale nazionale Biz Factory 2015 - Milano 3 e 4 giugno 2015 e premio in denaro di 450 Euro messi a disposizione da Unicredit a
EnJAMble JA classe VB dell'I.P.R.A. di Châtillon con il prodotto Marmellì  con la seguente motivazione:
«partendo da un ottimo prodotto, hanno curato tutto il processo produttivo, lo hanno saputo valorizzare con una confezione innovativa ed hanno dimostrato una professionalità ed una capacità imprenditoriale a 360 gradi».
 
1° posto ex aequo
accesso alla finale nazionale Biz Factory 2015 - Milano 3 e 4 giugno 2015 e premio in denaro di 450 Euro messi a disposizione da Unicredit a
WAKE JA classe II AFM dell'ISITP "E. Brambilla" di Verrès con il prodotto Ski Case con la seguente motivazione:
«hanno inventato un oggetto semplice, a basso costo, realizzato con materiali di alta qualità, rivolto ad un mercato non solo locale , ma anche internazionale, partendo da esigenze personali e dal territorio».
 
3° posto
premio in denaro di 300 Euro messi a disposizione da Unicredit a BEST JA classe IV Elettronici dell'ISITP "E. Brambilla" di Verrès con i prodotto Lo Savon e Soap -Opera con la seguente motivazione:
«hanno saputo unire il valore della tradizione e dell'artigianato locale con elementi di innovazione e tecnologia, registrando un l'interesse di una fascia di mercato medio-alta».

A conclusione dell'evento, alla presenza del pubblico, dei 220 studenti coinvolti e dei relativi docenti, alle 1630, presso lo spazio autori del festival Les Mots l'Assessore alle Attività produttive, Energia e Politiche del Lavoro della Regione Valle d'Aosta Pierluigi Marquis, l'Assessore all'Istruzione e Cultura della Regione Valle d'Aosta Emily Rini, il Presidente di Vallée d'Aoste Structure Rogert Tonetti e il rappresentante di Unicredit Giuseppe Mussetta, hanno consegnato i premi ai tre team vincitori.

26 maggio 2015

#Coldiretti: Nuovo Presidente per #Agrimercato “Lo Tsaven”

Barbara Ghirardo


A seguito delle norme che regolano la vita di Coldiretti, che prevedono l’incompatibilità tra le cariche politiche e le cariche organizzative, Mattia Nicoletta Presidente di Agrimercato, la Associazione che organizza il mercato Lo Tsaven/Campagna Amica, ha presentato le proprie dimissioni nel Consiglio Direttivo tenutosi il 22 maggio. Come noto Nicoletta che, naturalmente, rimane nella famiglia di Coldiretti ma senza incarichi organizzativi, è stato eletto primo cittadino di Fénis.  Nella stessa riunione il direttivo ha nominato, quale nuovo presidente Barbara Ghirardo, titolare di azienda agricola a Chambave. Vice Presidenti Yves Perraillon, sempre di Chambave e Erik Tognan di Pollein.

Il #Manifesto dei #Giovani #Imprenditori Valdostani: un'iniziativa che mi piace davvero molto!

A chiusura di un anno di confronti e collaborazioni informali, i gruppi giovani di Adava, Coldiretti, Confartigianato, Confcommercio e Confindustria hanno ravvisato la necessità di individuare delle linee guida comuni per tutte le loro iniziative.

Nella conferenza stampa che si terrà mercoledì 10 giugno, alle 18, presso l’Hotel Milleluci di Aosta, i presidenti dei gruppi giovani delle associazioni datoriali sottoscriveranno e presenteranno all’opinione pubblica il Manifesto «Una proposta per il futuro» che regolerà questo accordo.

Attraverso il Manifesto verrà ribadita la volontà di intensificare ogni forma di collaborazione e di unire il più possibile gli sforzi in occasione dell’organizzazione di iniziative e eventi. Verranno, inoltre, evidenziati i termini chiave che guideranno queste iniziative: giovani, imprese, politica, scuola e territorio.

L’evento costituirà anche l’occasione per presentare un programma operativo, da realizzare nei prossimi mesi, che contiene proposte specifiche in merito alla promozione turistica, alla formazione scolasticae all’incentivazione della nascita di nuove imprese.

Per ulteriori informazioni:
Gruppo Giovani Confartigianato Valle d’Aosta
Tel. 0165 36101 – mail info@confartigianatovda.it

Gruppo Giovani di Confindustria Valle d’Aosta
Tel. 0165 237411 - mail: segreteria.ggi@confindustria.aosta.it

22 maggio 2015

#Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (297): Nuovi vertici #Sitrasb

PRESIDENZA DELLA REGIONE

Politica regionale di sviluppo
E’ stato approvato il Protocollo d’intesa tra la Regione, il partenariato istituzionale e il partenariato economico, sociale e ambientale, per il confronto sulla Politica regionale di sviluppo 2014-2020. Sempre nell’ambito della Politica regionale di sviluppo 2014-2020, sono state selezionate quali aree-progetto della Valle d’Aosta, candidate a partecipare alla Strategia nazionale per le aree interne: l’area della “Bassa Valle”, comprendente 22 Comuni, e l’area “Grand Paradis”, con inclusi 6 Comuni.

Sitrasb
La Giunta ha nominato, quali rappresentanti della Regione nella SITRASB, per tre esercizi: Omar Vittone in qualità di presidente del Consiglio di amministrazione, Albert Bétemps, Enrico Bich e Paola Raffaelli come consiglieri, Stefano Mazzocchi quale presidente del collegio sindacale, Corrado Caputo come sindaco effettivo e Alda Frand Genisot come sindaco supplente.

21 maggio 2015

Conto Web #Giovani per la #BCCValdostana


La Banca di Credito Cooperativo Valdostana mette a disposizione, a condizioni particolari, un prodotto a favore dei propri giovani Soci denominato: «CONTO WEB GIOVANI. IL CONTO CHE WWWUOI!” CONTO VERO, COSTO ZERO»

Il nuovo prodotto è rivolto a richiedenti Soci di età compresa tra i 18 e i 30 anni.
Offre gratuitamente: un anno di tenuta conto, Bancomat, Carta di credito prepagata, Internetbanking e Mobile banking con app Android e Apple.
Ed inoltre, a condizioni ridotte: Piattaforma per il Trading online, possibilità di scoperto di conto anche agli studenti e piano di risparmio con un minimo di Euro 50 al mese.

«Vogliamo sempre di più contare nelle file della nostra compagine sociale giovani che possano contribuire anche con idee ed iniziative allo sviluppo della Banca». ha spiegato il Direttore Generale Maurizio Barnabé

A partire dal 25 maggio i primi 100 giovani Soci che apriranno il Conto Web riceveranno in regalo un caricabatterie “Power Bank” al litio universale per smartphone, tablet e lettori Mp3 con carica USB.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi in una qualunque filiale sul territorio della BCC Valdostana.

Venerdì 22 maggio Valerio Falcicchio (#eQommerce) ospite a #ImpresaVda su #RadioPropostainBlu


Carissimo visitatore, domani, Venerdì 22 maggio, puntata numero 191 di ImpresaVda, alle 9,30, su Radio Proposta in Blu. 

Anche questa settimana la trasmissione sarà realizzata grazie al contributo della BCC Valdostana. 

Ti aspetto allora Venerdì 22 maggio, sempre alle 9,30.  Avrò come ospite  Valerio Falcicchio della Made in Valley che ci presenterà il suo nuovo progetto eQommerce.

Nel frattempo ti segnalo che  qui puoi trovare l'intervista a Lucio Lillaz della Cosy - Connection System, azienda attiva nel settore del controllo degli edifici, che ha partecipato il 15 e il 16 maggio a InnovArti alla Cittadella.  

 
L'intervista sarà pubblicata anche sul Corriere della Valle che troverai in edicola la prossima settimana.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

In Piazza Chanoux la Finale regionale di #ImpresainAzione: nel post tutto quello che c'è da sapere sui suoi protagonisti


Lunedì 25 maggio, a partire dalle 9, in piazza Chanoux ad Aosta, si terrà la giornata conclusiva e la premiazione di “Impresa in Azione 2014/2015”. O più poeticamente la Piazza si anima di voglia di impresa e si tratta di un contagio crescente. 
Il progetto, per il quinto anno in Valle d’Aosta, si è confermato anche in questa edizione di grande interesse per le scuole; sono 6, infatti, le Istituzioni Scolastiche partecipanti, con 11 classi ed un totale di circa 220 studenti.

L’iniziativa, gratuita per le scuole, è promossa dall’Assessorato Attività produttive, Energia e Politiche del Lavoro della Regione e finanziata dal POR Competitività Regionale 2007/13. Il progetto è coordinato e realizzato da Vallée d’Aoste Structure, in qualità di soggetto attuatore, in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Valle d’Aosta.
Le classi sono state seguite da un docente coordinatore della scuola e da tutors aziendali esterni. Gli studenti, che hanno fondato la loro impresa scolastica, hanno realizzato concretamente un prodotto o un servizio, hanno sperimentato i ruoli e le responsabilità aziendali compiendo scelte di mercato e di vendita, in occasione della giornata conclusiva, presenteranno ad una apposita Commissione di Valutazione i risultati conseguiti e parteciperanno alla finale regionale. Durante l’intera giornata i giovani “Imprenditori JA” potranno esporre in appositi stand allestiti in piazza i loro prodotti ed i loro servizi, proponendoli al pubblico.

La finale regionale di Impresa in Azione è sponsorizzata da UniCredit che intende sostenere e supportare i nuovi progetti imprenditoriali, con un ventaglio di strumenti in grado di accompagnare passo dopo passo gli imprenditori e i giovani imprenditori nelle diverse esigenze fornendo le competenze e gli strumenti da loro richiesti, con attività di mentoring e formazione, oltre che di accesso a diverse opportunità di finanziamento. Il montepremi complessivo in denaro pari a 1.200 Euro sarà suddiviso in tre premi (500 Euro al 1° classificato, 400 Euro al 2° e 300 Euro al 3°) destinati ai migliori tre progetti.
Alle 16,30, presso lo spazio autori del festival Les Mots, seguirà la premiazione, con la proclamazione della classe vincitrice e la premiazione dei primi tre progetti. L’impresa JA vincitrice parteciperà alla finale nazionale Biz Factory 2015 che si terrà a Milano il 3 e 4 giugno presso gli spazi ex Ansaldo.


L’ELENCO DELLE CLASSI PARTECIPANTI



N

CLASSE

CORSO

ISTITUZIONE SCOLASTICA

LUOGO

1

IV

Liceo delle Scienze Umane

Liceo delle scienze umane e scientifico
“Regina Maria Adelaide”

Aosta

2

IV

Musicale

Liceo Classico, Artistico e Musicale

Aosta

3

IV A

Servizi Socio Sanitari

Istituzione Scolastica di Istruzione Tecnica e Professionale

Verrès

4

IV B

5

II

Amministrazione Finanza e Marketing

6

IV

Elettronica

7

IV

Informatica

8

IV

Liceo delle Scienze Umane

Istituzione scolastica di istruzione liceale e tecnica “Binel-Viglino”

Verrès

9

V

Informatica e telecomunicazioni, articolazione informatica

Istituzione Scolastica di istruzione e tecnica "Innocenzio Manzetti"

Aosta

10

IV A

Tecnico dei servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera

Istituto Professionale Regionale Alberghiero

Chatillon
11
IV B




IL PROGRAMMA IMPRESA IN AZIONE
Impresa in azione è il programma didattico di Junior Achievement Italia riconosciuto dalla Commissione Europea come migliore prassi di educazione imprenditoriale nella scuola superiore. Nel corso di un intero anno scolastico, la classe realizza un progetto imprenditoriale completo, dalla formulazione dell'idea di business alla concreta realizzazione e vendita di un prodotto o servizio. Gli studenti raccolgono il capitale sociale e attuano strategie di investimento, suddividono le responsabilità per aree e funzioni aziendali, definiscono obiettivi e strategie di crescita, attivano interazioni con la comunità locale e con il mondo economico nel suo complesso. Tutto ciò operando concretamente sul mercato, anche se in ambiente protetto e su piccolissima scala. Attraverso la partecipazione agli eventi, fiere e competizioni locali, nazionali ed europee, gli studenti si confrontano con i coetanei, con le loro differenti culture e visioni, con il mondo reale.

I PROGETTI PROPOSTI

La nostra impresa JA ha realizzato due prodotti innovativi: il sapone liquido "Lo Savon" e il dispenser automatico "Soap-Opera".Lo Savon è il sapone liquido realizzato interamente, con tecniche artigianali, da B.E.S.T. j.a., disponibile in sei aromi di erbe valdostane quali la menta, la salvia, la lavanda. Il sapone è confezionato in appositi vasetti di vetro che possono essere ricaricati così da poterli riciclare. Soap-Opera è il dispenser automatico di sapone con rivestimento in legno dinoce, ciliegio ed abete e con un cuore ad alta tecnologia: dotato di un sensore diprossimità e programmato su scheda Arduino, il nostro dispenser rende più semplice e funzionale l'erogazione di sapone, eliminando i disagi dei classici erogatori a pressione e dosandone la quantità.  

Siamo i ragazzi della 5 A Informatica e Telecomunicazioni di Aosta. Grazie all'opportunità offerta da Junior Archivement Italia abbiamo avviato l'impresa BITECH-VALLEE. La nostra azienda produce software in grado di offrire servizi utili alla società con l'obbiettivo di agevolare il vivere quotidiano. FoodCraft, la lista della spesa interattiva, ha un duplice scopo: evitare gli sprechi, sia di tempo che di denaro, e diffondere nuovi modi di cucinare. FoodCraft è il servizio utile a tutti quelli che dimenticano sempre la lista della spesa a casa. Infatti con FoodCraft hai la possibilità di avere la tua lista a portata di click. Basterà iscriversi e tutta la famiglia potrà aggiornare e condividere la propria lista. Non solo, è possibile creare gruppi di più persone per condividere liste nel caso di eventi. Come se non bastasse grazie a FoodCraft potrai inserire gli ingredienti che hai in casa e scoprire in quali fantasiose ricette puoi cimentarti.

La nostra azienda, per valorizzare l'aspetto culturale che si rispecchia molto nell'ambito culinario, produce caramelle che si differenziano per la forma e il gusto ma che vedono l'utilizzo comune di ingredienti naturali e indicati anche per gli intolleranti al latte. Il genepy, la viola, il miele e il caffè alla valdostana sono stati scelti per la loro facile reperibilità e la nostra maggior conoscenza in merito al loro utilizzo. Le ricette sono originali poiché testate per la prima volta da noi alunni nei laboratori scolastici. Ogni caramella alla base è composta da gomma arabica, amido di mais, zucchero e colla di pesce. Il caffè vede poi l'aggiunta di grappa, scorza di limone, arancia e cannella; quelle alla viola non necessitano di zucchero. Il target a cui ci riferiamo è molto ampio in quanto le caramelle son da sempre apprezzate dalle diverse generazioni senza distinzioni. L'unico ostacolo è che alcuni gusti potrebbero risultare eccessivamente forti per i bimbi.

UnaVallediEventi.it è la piattaforma che raccoglie i dettagli relativi agli eventi che animano il territorio valdostano, associandoli alle informazioni utili circa i mezzi di trasporto disponibili, dalle linee degli autobus agli orari dei treni. Saranno proprio i musei, i locali, le associazioni e le pro loco a poter segnalare le loro attività, rendendo sempre più dinamico il nostro portale. Non esistono mezzi di trasporto per raggiungere l'evento a cui desideri partecipare? Tramite la nostra pagina Facebook è possibile organizzarsi per risolvere ogni problema: organizzati con gli altri utenti, raccogli adesioni per l'evento e organizza il trasporto che fa per te. I giovani valdostani a cui ci rivolgiamo hanno tra i 15 e i 19 anni, non dispongono di un mezzo proprio, sono interessati a prendere parte a diverse manifestazioni e non hanno un sistema di trasporto pubblico che garantisca loro un servizio soddisfacente. Per rendere gli utenti più partecipi, abbiamo pensato di coinvolgerli tramite Facebook, principale canale per diffondere i nostri contenuti in modo diretto e informale; attraverso la nostra pagina e diversi post che rimandano al nostro sito susciteremo interesse negli utenti e li inviteremo a visitare "unavalledieventi.it".

EnJAMble  JA rappresenta l'insieme delle parole "Ensemble", insieme, in lingua francese e "JAM", marmellata, in lingua inglese. Il nome vuole abbinare alla natura del prodotto la descrizione del nostro gruppo, una grande famiglia composta da 18 persone, capace di produrre ed offrire gli altri un prodotto innovativo nel rispetto della genuinità e della tradizione. EnJAMble JA si prefigge di offrire un prodotto innovativo che mantenga però chiara la relazione con il territorio ed i suoi prodotti naturali, in linea con l'ideologia della scuola che abbiamo frequentato in questi cinque anni. La nostra idea si è concretizzata nella realizzazione di gustosissime confetture di frutta in tubetto, cioè in una confezione più resistente, leggera e trasportabile del classico vasetto in vetro pesante e fragile.

Foof for All JA è l'impresa creata dalla classe IV A del liceo Economico di Aosta nell'ambito di ‘'Impresa in Azione', il progetto di formazione imprenditoriale promosso da Junior Achivement e gestito da Structure Vda. Il nostro servizio consiste nel ridurre lo spreco del pane e nel riuscire ad aiutare le famiglie più bisognose della città di Aosta. Tramite l'aiuto dell'Oratorio parrocchiale del Centro San Filippo Neri intendiamo fornire alle famiglie in grave difficoltà economiche dei tagliandi cartacei grazie ai quali poter accedere alle donazioni delle panetterie aderenti all'iniziativa. Presentando il nostro tagliando alle panetterie, le famiglie potranno ritirare gratuitamente un sacchetto di pane. Pensiamo che il nostro servizio possa contribuire a limitare i danni economici, dando un aiuto a chi ne ha più bisogno.

JA NOC  ***sito in costruzione***
Il nostro prodotto è creato in parte con materiali riciclati come le bottiglie, alle quali abbiamo modificato la funzione e il significato. Se prima venivano utilizzate solo come semplici contenitori, con all'interno l'alcool, adesso noi le abbiamo trasformate in oggetti decorativi con un significato toccante: come è possibile la rinascita dopo aver preso coscienza della situazione senza essersene resi conto dopo anni di dipendenza.La bottiglia è stata decorata con varie tecniche tra cui il découpage, il dipinto con le tempere e il sale colorato; è accompagnata da un bicchiere di colore trasparente contente della terra e un sacchettino contenente dei semi da piantare. Al bicchiere è attaccato anche il nostro logo. Il nostro prodotto è sorretto da una base realizzata il legno compensato fornitoci dal nostro professore di Economia. All'interno della bottiglia abbiamo inserito anche un messaggio, creato con una semplice carta di colore giallo che poi abbiamo colorato dandogli un aspetto pari a quello di una pergamena, contenente una testimonianza che espone alcune esperienze vissute dalle vittime o dai familiari di persone con dipendenza da alcool.

Jean Léon Jaurès disse "La tradizione non consiste nel mantenere le ceneri, ma nel mantenere viva una fiamma".  La Beutecca si propone non solo di mantenerla viva, ma di alimentarla, immergendola nell' innovazione. Con i nostri prodotti vogliamo fornire ai nostri clienti un' esplosione di innovazionetecnologica e tradizione Valdostana fusi insieme in bracciali e portachiavi componibili. Prodotti: Bracciali e portachiavi intrecciati in paracord accessoriati con elementi della tradizione o tecnologici.

LA CLE DES REVES JA
Il nostro prodotto si ispira a un'idea di integrazione nata nell'ambito della classe. Ci piacerebbe riportare l'ambiente di condivisione e di confronto che viviamo, per questo abbiamo deciso di creare un acchiappasogni Il nostro prodotto non è rivolto ad un particolare pubblico di utenti bensì si rivolge a qualsiasi fascia d'età, etnia, credo religioso, cultura. Questo settore di mercato può influanzare un' ampia gamma di persone a patto che esse siano sensibili al messaggio di integrazione e uguaglianza che vogiamo trasmettere. Dati significativi: Il nostro prodotto è un oggetto decorativo ampiamente conosciuto e diffuso Il costo è relativamente basso e alla portata di tutti Ogni singolo prodotto è unico poichè realizzato a mano Il tema trattato è attuale e di grande interesse

Le Grida è il progetto ideato dai ragazzi della classe 4 A musicale all'interno del programma di formazione imprenditoriale "Impresa in azione". Il nostro progetto consiste in un sito web di informazione, critica e condivisione di eventi culturali nell'ambito valdostano. Lo scopo è quello di coinvolgere e far interagire gli utenti per uno scambio di informazioni. E sempre più difficile trovare uno spazio per confrontarsi sulle proprie passioni: Le Grida è la giusta occasione per interagire! ?uesto sito contiene recensioni e interviste su musica, film, libri e eventi. Inoltre sono disponibili tutorial e consigli riguardo a diversi ambiti. Il progetto Le Grida è rivolto principalmente alla popolazione giovanile di età compresa tra 15-25 anni. Il materiale presente sul sito è pensato per stimolare l'interesse e lo scambio di informazioni appartenenti a questa fascia di età.

WAKE JA
Dall'unione di 2 classi, la 1° AFM A e B, dalla trasformazione di una goccia d'acqua in ghiaccio, nasce Wake JA (dall'inglese ‘'scia'), un'azienda innovativa e dinamica costituita per permettere a tutte le persone di vivere a 360° il mondo dello sci senza stress né preoccupazioni. Così Wake JA si è impegnata per farlo risultare più comodo e confortevole, risolvendo il problema del trasporto sci, creando lo Ski-Case, un'innovativa fascetta in cotone. Lo Ski-Case consiste in una fettuccia piatta e resistente, cucita a due fascette apposite che tengono uniti gli sci, lasciando il manico libero per la presa.

#Antiriciclaggio, dalla teoria alla pratica

 Alavie, la prima società italiana strutturata per offrire la gestione completa della conformità normativa a professionisti ed aziende, organizza il workshop “Voluntary Disclosure & Antiriciclaggio, dalla teoria alla pratica”, in collaborazione con l’Associazione Commercialisti del Piemonte e della Valle d’Aosta.

L’appuntamento per i professionisti fiscali e tributari valdostani è giovedì 21 maggio alle 14,30 ad Aosta, presso l’Hotel HB – Via Malherbes 18/A.
«E’ sempre più alta l’attenzione agli adempimenti antiriciclaggio da parte delle istituzioni. - si legge in una nota - Le recenti novità e le scadenze relative alla Voluntary Disclosure, inoltre, stanno ulteriormente aggravando l’impatto di queste normative sul lavoro quotidiano dei commercialisti, che in molti casi faticano ancora ad allinearsi ai requisiti richiesti dalla normativa. Il workshop organizzato da Alavie sarà l’occasione per approfondire e chiarire tutti gli aspetti di una normativa controversa e molto dibattuta dai professionisti fiscali, entrando nel merito delle competenze e dell’organizzazione degli studi professionali. Un focus particolare sarà riservato proprio alla Voluntary Disclosure, approfondendo il tema del rimpatrio dei patrimoni sul piano sia fisico sia giuridico e analizzando i diversi profili applicativi delle nuove norme, il tutto inquadrato nel contesto internazionale e interno».

Il workshop è gratuito, previa registrazione sul sito. Per il suo carattere didattico, l’iniziativa è in corso di accreditamento per la formazione continua dei professionisti.

IL PROGRAMMA

Ad aprire il workshop, l’intervento del Dott. Walter Cavrenghi, Presidente dell’Associazione Commercialisti Piemonte e Valle D’Aosta.
Il dottor Stefano Germagnoli, General Manager di Alavie, condurrà la parte teorica del workshop, dedicata alla normativa e agli obblighi pratici dei commercialisti in termini di Antiriciclaggio e di Voluntary Disclosure. L’intervento del Dott. Germagnoli è volto a mettere in evidenza possibili soluzioni alle sfide poste ai professionisti, analizzando chi sono i soggetti coinvolti e quali i controlli applicati, così come quali prestazioni sono richieste e quali verifiche, procedure e aggiornamenti è necessario porre in essere.

Nella seconda parte del workshop, dedicata alla “pratica”, la dottoressa Silvia Marini, Consulente Tecnico di Alavie, accompagnerà i partecipanti in un percorso di verifica “in tempo reale” in tema di antiriciclaggio, che consentirà la valutazione personalizzata del livello di adeguamento normativo. A seguito della sessione, gli esperti Alavie forniranno infatti un’analisi puntuale della compliance di ogni professionista, volta a prendere atto e a migliorare le singole competenze, oltre ad incrementare l’efficienza nell’operatività quotidiana di studio.

Il programma del Worskshop è disponibile on line

A proposito di Alavie
Alavie è la prima società italiana strutturata per offrire la gestione completa della conformità normativa a professionisti ed aziende. Da oltre 20 anni, una capillare rete di consulenti e piattaforme tecnologiche proprietarie costantemente aggiornate garantiscono ai clienti servizi per l’adozione e l’applicazione delle normative di certificazione, modello 231, privacy, sicurezza, antiriciclaggio in maniera continuativa con un’unica interfaccia. Alavie eroga in media annualmente ai propri clienti oltre 15.000 ore di consulenza, più di 1500 ore di formazione in aula e 4000 ore di e-learning; anche attraverso il proprio blog, fornisce ai professionisti uno strumento concreto per essere sempre aggiornati sullo scenario normativo italiano, gli organismi e le implicazioni per il mondo dei professionisti e delle aziende, fornendo spunti di discussione su tematiche professionalmente rilevanti e uno stimolo al confronto con i colleghi.

20 maggio 2015

#Allergeni questi sconosciuti...



Sono stati oltre 80 i partecipanti che, nella giornata di lunedì 18 maggio, hanno preso parte ai due momenti formativi in materia di allergeni organizzati al Poliambulatorio di Morgex e all’Institut Agricole di Aosta. L’iniziativa, destinata principalmente alle imprese che somministrano alimenti e bevande, ha visto la partecipazione in qualità di relatore della dott.sa Katia Leggio del Laboratorio Chimico Camera di Commercio di Torino.

 L’incontro, che si colloca nell’ambito della collaborazione avviata tra la Chambre Valdôtaine e il Laboratorio chimico piemontese, ha rappresentato un'occasione di formazione ed informazione per le imprese valdostane che hanno potuto fare il punto sulle recenti normative nazionali ed europee legate ad un tema di grande attualità. Nel corso della giornata sono infatti stati esaminati i più recenti aggiornamenti sulla normativa legata agli allergeni, ed in particolare sulla comunicazione da effettuare ai clienti in materia di possibili elementi allergenici all’interno dei prodotti somministrati.

 «L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività di formazione che la Chambre porta avanti a favore delle imprese – spiega il Presidente della Chambre Nicola Rosset ancora una volta la collaborazione con il Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino ci ha permesso di sviluppare in maniera approfondita una tematica di grande interesse come quella degli allergeni che sempre più rappresentano una elemento al quale prestare attenzione sia in termini di sicurezza, sia per quanto riguarda una efficace risposta alle esigenze del mercato. Basti pensare ad esempio a come il numero dei celiaci sia in costante aumento e come una corretta informazione sull’argomento sia una esigenza ormai basilare. La risposta della imprese valdostane è stata decisamente positiva sia in termini di partecipanti, sia per quanto riguarda l’interesse nei confronti dell’argomento e proprio per questa ragione, anche in risposta ad alcune richieste indirizzate alla Chambre, in autunno, organizzeremo un nuovo momento formativo destinato principalmente ai produttori».


 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web